Oggi coperto
Temperature 13.319.1

Polizia in via Rizzitelli

Muore per un banale test medico, la Procura indaga

A causa di un farmaco, in un centro privato di gastroenterologia di Barletta . Altre due donne sono tuttora in coma

E' accaduto questa mattina in uno studio medico di via Rizzitelli: dopo alcuni testi per determinare la presenza dell'helycobacter pylori, Teresa Sunna, 28enne di Trani ha perso la vita. Altre due donne, rispettivamente Addolorata Piazzolla di 61 anni (residente a Margherita di Savoia) e Anna Abrescia, 36 anni (di Cassano delle Murge), sono finite in coma e sono state trasferite d'urgenza presso l'ospedale "Dimiccoli" di Barletta. La 28enne è giunta cadavere al pronto soccorso, mentre le altre due donne sono al momento sotto osservazione nei reparti di medicina e di anestesia e rianimazione.

L'episodio è successo nel centro di gastroenterologia del dottor Ruggero Spinazzola, in via Rizzitelli. All'origine del fatto, ci sarebbe la somministrazione di un farmaco a base di un principio attivo sconosciuto, acquistato probabilmente da eBay. Aperte le indagini, il pm Michele Ruggiero ha avvisato il ministero della salute chiedendo di lanciare l'allarme internazionale sul farmaco killer, in più ha affidato ai Nas il compito di individuare la sostanza letale e localizzarla risalendo la filiera di distribuzione fino ad arrivare all'azienda produttrice in Gran Bretagna dove non è proibito commercailizzare farmaci via Internet. La polizia intanto sta indagando a tutto campo in Italia per verificare se vi siano altre partite di sorbitolo alterato o modificato. Oltre al sequestro di sorbitolo effettuato a Barletta nello studio dove l'esame è stato effettuato, ne è stato compiuto un altro a Rovigo.

Al momento sono tre le informazioni di garanzia notificate in queste ore ad altrettanti soggetti ritenuti responsabili a vario titolo della morte della 28enne tranese Teresa Sunna. Fra i destinatari del provvedimento, il responsabile del centro di gastroenterologia di Barletta ed il medico che ha eseguito il test che ha causato la morte della giovane e mandato in ospedale altre due donne. I tre sono indagati per omicidio colposo, cooperazione in omicidio colposo e lesioni.

Spazio Pubblicitario:
BarlettaLife è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani