Oggi temporale
Temperature 13.516.9

SELECTED

23 Maggio 1992-2012: il vostro ricordo sulle pagine di Barlettalife

Vent’anni fa, l’assassinio del giudice Giovanni Falcone

Uno sguardo a ciò che è stato, per guardare con coscienza al presente e al futuro


profilo_edoardo.jpg
EDOARDO CENTONZE
Mercoledì 23 Maggio 2012

23 Maggio 1992, ore 17.58. Cinque quintali di tritolo posti sotto l'autostrada che dall'aeroporto di Punta Raisi conduce a Palermo, nei pressi dello svincolo di Capaci, fanno saltare in aria la fiat Croma sulla quale viaggia il giudice Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo, e gli uomini della sua scorta Vito Schifani, Antonio Montinaro, Rocco Dicillo. E' un'attentato al cuore dell'Italia intera. La mafia colpiva a morte un magistrato simbolo: la mente e il braccio più illustre della lotta contro la mafia, contro Cosa Nostra. Colpendo Giovanni Falcone, la mafia colpiva lo stato, colpiva tutti i cittadini della Repubblica Italiana.

Barlettalife offre questo spazio a voi lettori, per dare voce, all'interno dello spazio per i commenti a fondo pagina, al vostro ricordo di quel 23 Maggio di venti anni fa. Un modo non solo per ricordare ciò che è stato, ma per guardare, proprio alla luce di ciò che è stato, al nostro presente e al nostro futuro, quale occasione per riflettere sulla lotta a tutte le mafie, per non sopire le coscienze alla luce anche dei recenti attentati (la cui matrice mafiosa, solamente accennata, ha continuato ad agitare gli animi come un incubo strisciante). Non solo dunque sterile memoria, ma attiva partecipazione a ciò che questo personaggio grande ha rappresentato, per chi l'ha vissuto, per chi non l'ha vissuto, per tutti quelli che riconoscono in lui un eroe.

Il senso di questa iniziativa può essere espresso da una delle più importanti citazioni dello stesso Giovanni Falcone: «Gli uomini passano, le idee restano». E le idee di uomini come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, citando alcuni volantini che hanno ripreso proprio questa frase di Falcone, «camminano sulle nostre gambe».

Carlo Diviesti il 26 maggio alle 19.10
Nonostante sono trascorsi tanti anni, dal qual fatidico 23 Maggio 1992, serve ancora una pressante e schiacciante forma repressiva delle Istituzioni che debbano contrastare il minimo insorgere di forme mafiose che si organizzano in ogni territorio e settore.-
Francesco
E’ importante ricordare quanto e’ accaduto in particolare per chi allora non era ancora nato .
Conoscere i fatti e gli interrogativi rimasti irrisolti e’ fondamentale soprattutto alla luce degli avvenimenti accaduti in questi giorni, ma direi anche in riferimento a tutti i “misteri “ italiani che hanno caratterizzato purtroppo la storia degli ultimi decenni . Ben vengano quindi le celebrazioni , senza retorica e senza false promesse.
Nuccia
Mercoledi' 23 maggio : un giorno troppo denso di ricordi per chi allora ha vissuto incredula la notizia della strage , ma soprattutto un giorno ricco di profondi significati .
Con l'augurio – cosi’ come auspica la sorella di Giovanni Falcone - che la parola "venti " non si riferisca solo agli anni trascorsi dalla strage ma sia anche sinonimo di venti che soffiando (forti e non occasionali o di circostanza) ci tengano sempre libera la mente dall'assuefazione , dalla paura , dalla pigrizia.
Ricordare si' , ma per vivere piu' consapevolmente e responsabilmente tutti gli atti e i gesti del nostro quotidiano, senza mai dare nulla per scontato.
grazie, Giovanni grazie, Paolo

Alessandra il 23 maggio alle 11.15
Era troppo piccola nel '92 per ricordare quel giorno, ma sicuramente il significato di ciò che Falcone rappresenta e continua a rappresentare è indelebile, e deve essere da esempio soprattutto per noi giovani. Lottare contro TUTTE LE MAFIE, anche quelle invisibili che ogni giorno sopportiamo in silenzio.... a scuola, al lavoro, in strada. Si comincia con le singole ingiustizie, e non ci accorgiamo che, col nostro silenzio, alimentiamo la Gomorra che è intorno a noi...
I commenti rappresentano le opinioni personali dei lettori di BarlettaLife e non dell'editore o degli autori.
Facebook:
L'indirizzo email è necessario per attivare e pubblicare il messaggio.
Rispetta il regolamento e scrivi in minuscolo.
ARTICOLI PIU' LETTI DI RECENTE:
RACCOGLITORI SPECIALI RECENTI:
RUBRICHE AGGIORNATE:

Giovanni Falcone
Feed Rss
ABBONATI GRATIS FEED RSS + NEWSLETTER + SMS

CONTENUTI CORRELATI

Altri contenuti recenti
BarlettaLife è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani